Album e canzoni di Dennis Ferrer | maTeo Radio

Prova1
00 days 00 hours 00 minutes 00 seconds
Vai ai contenuti
Dennis Ferrer - Top Albums
Top Album e canzoni di Dennis Ferrer selezionati per voi e preferiti da maTeo Radio

Amazon Music Unlimited
Hey Hey
Church Lady
Sinfonia Della Notte
The World as I See It Remix EP
Life everlasting (Dennis Ferrer remixes)
Dennis Ferrer
Dennis Ferrer
Dennis Ferrer
Dennis Ferrer
Glen Lewis , Funk la planet, Mjojo, Bongani, Dennis Ferrer
________________________________________________________________________________________________________________

Lo trovi anche qui
Defected Presents House Masters - Dennis Ferrer (Third Edition)
Defected Presents Most Rated Miami Classics
Defected In The House Miami 2016
Deep in Tech Vol. 7
Into the Deep, Vol. 1
Dennis Ferrer & Various Artists
Dennis Ferrer & Various Artists
Dennis Ferrer & Various Artists
Dennis Ferrer & Various Artists
Dennis Ferrer & Various Artists
________________________________________________________________________________________________________________
Breve biografia dell' artista
Nel posto giusto al momento giusto. È un vecchio cliché, ma è quello che è stata la definizione della carriera musicale di Dennis Ferrer. Proprio mentre il mondo della musica da ballo si stava dirigendo verso il mondo della casa afro-centrica, Ferrer era lì. E poi, quando ha iniziato ad abbracciare il mix di tecnologia e anima, Ferrer è stato di nuovo lì, aprendo la strada con le sue produzioni impeccabili. Come dice Ferrer, a quanto pare, anche la musica elettronica. E, come qualcuno che non si accontenta mai di fare la stessa cosa due volte, è chiaro che rimarrà al vertice per gli anni a venire.
Ferrer è tornato alla coscienza della maggior parte dei direttori di musica dance con l'uscita di "Sandcastles" (Ibadan) la sua collaborazione con Jerome Sydenham nel 2003. Un ritorno alle sue origini techno come produttore della prima release di Synewave nel 1994 e mescolato con una sana dose di anima, la pista è stata un grande successo per il duo. Ma, a suo credito, Ferrer non ha semplicemente ripetuto la formula in seguito. Invece, se sono stati i suoni gospel del suo remix di "Most Precious Love" di Blaze & Barbara Tucker (Defected) o la rilettura più profonda del profondo di Fish Go Deep "The Cure & The Cause," (Defected) Ferrer ha ha continuato a spingere una varietà di generi tutti in una volta. È chiaro che Ferrer non si accontenta di riposare sugli allori: è troppo occupato a sognare nuovi modi per scioccare e deliziare il pubblico.
Ovviamente, diciamo "indietro" nella coscienza dei direttori di musica dance perché Ferrer è in giro da molto più tempo di "Sandcastles". A metà degli anni '90 costruì i dischi techno come Morph e poi ebbe successo nelle scene di casa afro e gospel con rilasci attraverso la sua etichetta Sfere, un'impronta che iniziò al fianco di Kerri Chandler. "I castelli di sabbia" hanno semplicemente segnato il suo ritorno alla fase techno e hanno ampliato il suo appello a un nuovo pubblico che non ha molta familiarità con il suo lavoro passato. Ma è questo lavoro del passato che dà alle sue nuove produzioni una tale risonanza: a differenza di molti colleghi di questa casa, l'esperienza techno di Ferrer gli ha dato un vantaggio che puoi sentire nel suo recente lavoro."Son of Raw," (Ibadan) "Church Lady," (Defected) "Underground Is My Home," (King Street Sounds) and "Touched the Sky" (King Street Sounds) have all been huge dancefloor anthems and all show a different side of the Ferrer personality. As he's said in interviews, "It doesn't matter if it's gospel house, Brazilian house, jazz house, or whatever. As long as it's got soul and moves people, that's all that matters." Collected on his full-length The World As I See It (King Street Sounds), it's a sound that reached many different audiences. "Transitions" and "P2DaJ" were huge in the techno world, while the beautiful ode "How Do I Let Go" was a hit in the gospel house scene, the success of which has become bittersweet considering the recent passing of its vocalist, KT Brooks, one of Ferrer's favorite vocal collaborators."Son of Raw" (Ibadan) "Church Lady", "Defected" "Underground Is My Home" (King Street Sounds) e "Touched the Sky" (King Street Sounds) sono stati tutti degli inni da dancefloor e tutti mostrano un lato diverso della personalità di Ferrer. Come ha affermato nelle interviste, "Non importa se si tratta di una casa gospel, una casa brasiliana, una casa del jazz o qualsiasi altra cosa: finché ha anima e muove le persone, questo è tutto ciò che conta". Raccolto su tutta la lunghezza di The World As I See It (King Street Sounds), è un suono che ha raggiunto molti pubblici diversi. "Transitions" e "P2DaJ" erano enormi nel mondo techno, mentre la bellissima ode "How Do I Let Go" era un successo nella scena house gospel, il cui successo è diventato agrodolce considerando il recente passaggio del suo cantante, KT Brooks, uno dei collaboratori vocali preferiti di Ferrer.
Ferrer ha portato qualcosa che si avvicina alla sua nuova avventura, Objektivity. La nuova impronta si è finora concentrata sulla voce, con interpretazioni spesso improbabili di eroi indiani come Ane Brun e Télépopmusik. Basso peso e profondità, Objektivity è un'etichetta d'avanguardia in contatto con il suo tempo, che ha dato un tocco unico americano alla rinascita della casa profonda che sta facendo ondate in Europa. E con le uscite di artisti come i giovani Martinez Brothers (che stanno andando sempre più forte) e le classiche case di New York come Timmy Regisford e Quentin Harris, è ovvio che Ferrer non considera l'etichetta un progetto vanity. L'objektivity è una cosa vivente e respirante - una che è pronta a far cadere bombe sulla pista da ballo per gli anni a venire.
Ferrer ha esordito nel 2009 con un rapido successo dal più grande download store di Beatport, che gli ha conferito il premio come miglior artista nel 2009. Ma non è stato sufficiente per far riposare Ferrer, per la maggior parte dell'anno tra un pesante programma di DJ. nel suo studio Hoboken New Jersey, super segreto, crea lentamente ciò che promette di essere il suo miglior lavoro fino ad oggi - un nuovo album inedito dal titolo "The More Things Change".
Nel maggio 2009, Ferrer ha pubblicato il film d'incitamento "Sinfonia della notte" pianoforte su Strictly Rhythm, in cui i fan e la stampa si sono spenti. DJ Mag ha detto che il singolo è stato il protagonista di un revival della musica house house, ma sappiamo che Ferrer sta solo flettendo una delle sue molte abilità.
Quanto altro è stato rivelato a metà novembre quando Ferrer ha svelato il suo singolo "Hey Hey" per Objektivity che ha immediatamente catturato l'interesse dei DJ e di Mixmag UK che gli ha dato una recensione di Big Tune. Anche la radio inglese DJ Pete Tong ha aiutato il rumore dicendo che il disco "mi fa venire la pelle d'oca, è di qualità dall'inizio alla fine; è un ritorno alle migliori virtù della musica house, questo è geniale. '
Forse parte dell'attrattiva qui è "Hey Hey" è vocale e quindi è appropriato che Dennis sia stato appena nominato per un Grammy per un'altra melodia vocale - il suo "Dennis Ferrer Objektivity Mix" di Dido "Do not Believe In Love" (Arista). Ma le voci non sono solo allettanti con "Hey Hey", hanno attirato l'attenzione per i superbi standard di produzione - qualcosa che Dennis ha reso ancora più chiaro quando ha deciso di rivelare parte del processo tecnico dietro la melodia nel singolo "comunicato stampa" - Resident Advisor's recensione commentata - "anche un novizio come me può spesso sentire quanto siano ridicole le sue produzioni".
"The Red Room", 2010, ha segnato il seguito di Ferrer a "Hey Hey", ha ricevuto riconoscimenti dai migliori DJ di tutto il mondo. La voce unica è stata tagliata durante una sessione di studio in cui il cantante ha ripetuto una delle righe "Welcome to the Red Room Honey" che dopo un po 'di editing è diventato l'aggancio del brano. Remixed dal prodigio di Detroit Kyle Hall e "tech dubbed" di The Martinez Brothers e Jerome Sydenham, The Red Room è diventato un altro classico moderno.
Next up: "No Difference", una collaborazione del 2011 con Andre Hommen, ennesimo giovane talento, scoperto da Ferrer. Ingannevolmente semplice, "No Difference" presenta un pattern di batteria retrò e linee vocali ripetitive mentre incorpora anche un groove caldo e sintetizzato. È l'infarinatura dei tasti del pianoforte e il groove che portano davvero il funk, assicurando che l'ultimo di Ferrer sia drappeggiato con le caratteristiche di Objektivity vintage.
Dennis Ferrer non è conosciuto come un remixer prolifico, ma quando fa girare la sua mano su qualcosa puoi essere sicuro che il risultato varrà l'attesa. Il suo remix di "Underground" del novembre 2012 è stato martellato in tutta Ibiza per tutta l'estate, e per una buona ragione. Sviluppando le corde dell'originale magnificamente e aggiungendo una linea guida d'organo devastantemente contagiosa, Ferrer costruisce e costruisce, prima di scatenare enormi tasti martellanti per un finale davvero senza fiato, girando la traccia direttamente a Nr. 1 sul grafico Beatport Deep House.
Come sempre con Ferrer, il meglio deve ancora venire. Con una profonda conoscenza del passato e una spinta costante per il futuro, Ferrer rimane uno dei veri grandi della musica house - un leader e un innovatore di cui godere il ronzio intorno a lui ma continuare a spingere i limiti. Rimanete sintonizzati.



Copyright © 2022 maTeo Radio - Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti